Mission

L’obiettivo è rendere il cliente un assicurato consapevole, che conosce quel che compra e sa per quale motivo sta spendendo dei soldi.
“C’è una cosa che mi ha sempre dato molto fastidio: quando da bambino e da ragazzino (e anche un po’ da adulto) andavo in banca per gestire i miei pochi risparmi e non capivo una mazza di quel che mi dicevano
frettolosamente e con superficialità gli operatori.
Io lasciavo sul conto deposito i miei soldi e mi facevano firmare carte su carte, senza spiegarmi assolutamente nulla!
Tutto ciò mi ha sempre dato molto fastidio, il non ricevere una consulenza e rimanere ignorante con cose che mi riguardavano era inaccettabile.
Presto mi sono reso conto che in fin dei conti era così un po’ ovunque… stessa cosa nelle palestre dove pochi PT ti spiegano perché devi fare certi esercizi o assumere alcuni integratori, nei ristoranti dove alla fine quasi tutti fanno finta di sentire se il vino è buono o sa di tappo, nei negozi di abbigliamento in cui nessuno (o pochissimi) fanno spiegazioni su abbinamenti, tipologia di vestiti e quant’altro e, non di meno nelle assicurazioni, dove i clienti chiedono garanzie solo “per sentito dire” e non perché qualcuno gli abbia veramente spiegato quali siano le garanzie e come operino!
A questo problema se ne aggiunge un altro: il cliente ignorante porta ad avere una polizza mal fatta.
Una polizza mal fatta crea problemi. I problemi creano perdite di tempo.
Nessun professionista, imprenditore, P.IVA può permettersi perdite di tempo inutili (o quantomeno evitabili).
La perdita di tempo, ça va sans dire, crea 2 grossi problemi:

1) Non riesco a seguire nuovi clienti quindi perdo io in primis dei soldi
2) Non riesco a dedicare tempo agli altri clienti, i quali si trasformano in “cliente ignorante” e fanno ripartire tutto questo ciclo malsano.

Cliente ignorante, Polizza mal fatta,  Problemi, Perdita di tempo, Perdita di denaro.
Il mio metodo si sviluppa tutto attorno a questo concetto.
Io non temo il cliente ben informato o quello che fa domande, anzi, è il mio cliente preferito!
A Gennaio 2019 è stata introdotta la normativa europea Mifid 2, la quale (te la faccio breve) ha aggiunto grandi obblighi di TRASPARENZA e INFORMAZIONE da parte dell’intermediario nei confronti del sottoscrittore.
Perché questo? Perché era prassi  abbastanza comune emettere polizze e garanzie a caso senza informare chi stava acquistano!
Banche e poste ovviamente campionissime in tutto ciò! Ma attenzione!
Il fenomeno, per quanto strano, non era isolato al nostro Paese (storicamente famoso per “prendere in braccio” il cliente), ma era esteso in tutta Europa, anche la rigidissima Germania. Tant’è vero che le banche tedesche sono state le prime a lamentarsi.
Questo principalmente per il settore Vita, ma vi posso garantire che per il Ramo Danni non è diverso…
anzi… se sui risparmi c’è un minimo di consapevolezza tramandata di padre in figlio, sulle assicurazioni…
beh, manco quello!
Chi se ne vuole approfittare del cliente ignaro in Italia ha un’autostrada davanti a sé.
Le prove? Purtroppo, il cliente ignorante è una pedina molto debole.
La pedina debole o si rinforza o viene divorata da chi, senza scrupoli, se ne vuole approfittare.
Questa è la realtà dei fatti.
Questo funziona nelle assicurazioni come in tutti gli altri campi che ho citato prima, sia chiaro!
Io, per chi vuole, ho creato questo universo parallelo in cui una persona con determinate esigenze può
migliorare la propria situazione attraverso assicurazioni che lo proteggano DAVVERO,
con:
a) CONSAPEVOLEZZA di quel che compra
b) FIDUCIA nella polizza sottoscritta
c) ASSISTENZA da parte di un Consulente personale
senza:
d) BRUTTE SORPRESE del tipo “ah, ma non sapevo che…”
Se hai veramente necessità di una polizza, fai la cosa giusta: chiamami!”
Come funziona in termini pratici il “metodo”?
La base di partenza, come detto da Samuele, si svolge nelle fasi precedenti alla sottoscrizione di una polizza: il cliente viene formato in modo che possa acquistare con consapevolezza.
Esistono 3 livelli di formazione diversa:

LV 1: QUESTO È IL PRIMO LIVELLO SU CUI STRUTTURIAMO DEGLI INCONTRI RIGUARDANTI ARGOMENTI BASILARI E DI FONDAMENTALE IMPORTANZA PER POTER ESSERE COMPRATORI ISTRUITI E CONSAPEVOLI DEI PRODOTTI SOTTOSCRITTI.

Non temiamo le domande in fase di stipula di una polizza, ANZI, siamo proprio noi a fornire le armi per rendere il cliente capace di chiedere in maniera approfondita i dettagli sulla sua situazione.
Così facendo creiamo una migliore collaborazione assicuratore – assicurato.
Sopra, uno scatto tratto dall’ evento dedicato alla corretta compilazione del CID, il modulo CAI, quello che si deve fare dopo un incidente d’auto per intenderci…
Sotto invece, una foto scattata all’Università degli Studi di Torino, lì si trattava il tema delle bufale mediatiche e il mio intervento era relativo alla vera utilità della scatola nera sulle automobili.
Su questo livello si colloca anche l’home box dedicato alla polizza di casa e, prossimamente, usciranno quelli per le polizze infortuni e malattie.
Al suo interno: un fascicolo di quasi 40 pagine per stipulare una solida POLIZZA DI CASA, una brochure delle 4 garanzie “must have” contro i danni, un report esplicativo del metodo e del posizionamento e un DVD contenente il formato audio-video del fascicolo.

LV 2: QUESTO LIVELLO È MOLTO SIMILE AL PRIMO, L’UNICA DIFFERENZA È CHE I TEMI TRATTATI SONO LEGGERMENTE PIÙ APPROFONDITI E
RICHIEDONO L’AVER GIÀ ACQUISTATO DETERMINATI PRODOTTI O L’ESSERE PREDISPOSTI A FUTURE SOTTOSCRIZIONI CHE RICHIEDANO UN ULTERIORE STUDIO IN MERITO.

Sono in programma corsi sempre specializzati per i privati e legati alla vita personale: la tutela del nucleo famigliare contro le gravi invalidità che possono compromettere il tenore di vita (mantenimento del reddito), la tutela dei single (LTC), i fondi pensione e molto altro.
Questi corsi sono riservati SOLO ai già clienti e, trattando dei temi leggermente più complicati, al fine di garantire una miglior comprensione da parte dei partecipanti, vengono svolti con un numero di presenze inferiore a quelli del Livello 1.

LV 3: L’ULTIMO GRADINO, NON PER ORDINE TEMPORALE, MA PER ORDINE DI INTENSIFICAZIONE DELLA DIFFICOLTÀ DEI TEMI TRATTATI. SI REALIZZA
CON LA CONSULENZA PRIVATA.

Ovviamente non esiste un percorso preciso, anzi, il più delle volte i nuovi “assicurandi” passano dal 3° livello per poi tornare al 1° ed eventualmente affrontare il 2°; come già detto prima però, avere dei clienti istruiti ci permette di lavorare molto meglio e di guadagnare tempo… tempo tra l’altro risparmiato proprio dal consumatore, che vedrebbe ritardare solo la data di entrata in vigore del suo contratto!

Privacy Policy